16th Feb2011

Maharis 2008 – Feudo Maccari

by elenabardelli

Un’ altra notte su questa torre, a scrutare l’ orizzonte in attesa di forme che forse mai si materializzeranno.

E’ buio, se non fosse per le stelle non capirei dov’ è cielo e dov’ è mare.

Nel silenzio dell’ attesa penso alla mia terra. L’ aria fredda che arriva dal mare mi tiene sveglio facendomi desiderare quel caldo mantello che, scivolandomi lentamente addosso, mi avvolge.

Il mare è calmo, le piccole onde che si rincorrono mi ricordano danze di corte, fanciulle dalle morbide curve e dagli sguardi intriganti, guidate dalla musica, circondate da fiori, accompagnano e rallegrano la festa dove vengono servite pietanze dai profumi caldi, invitanti, speziati che impregnano l’ aria e ti rimangono sulla pelle.

Mi avvolgo nel mio mantello coprendomi parte del viso.

Sa ancora di quei profumi che mi fanno continuare a ricordare, aiutandomi a stare sveglio in questa notte di guardia.

Trackbacks & Pings

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *