24th Nov2011

Grosjean – Vallée D’Aoste Prëmetta

by elenabardelli

20111124-061033.jpg Rientro a casa, chiudo la porta dietro di me lasciando fuori la giornata appena passata e i rumori della città.

Mentre il caldo di casa mi riattiva la circolazione facendomi provare quello strano formicolio mi guardo attorno. Fogli sparsi. Sono i miei pensieri che come foglie d’autunno sono caduti in modo disordinato, calpestati, ignorati; da me per prima.

Cerco di recuperare idee. La città è li fuori, i rumori sono attutiti e i pensieri hanno un eco sordo.

Mi verso un bicchiere, mi terrà compagnia nella solitudine di questa serata. Affacciato alla finestra mi godo lo spettacolo della pioggia che se ne frega di chi è la fuori.

Un vortice di profumi mi investe scuotendo la corazza che mi ero creato, come se volessi cancellare il ricordo. Ma la memoria olfattiva è una gran bestia, provi a dimenticare ma arriva lei e ti da una scossa. Gli stessi profumi di quella sera. Fiori, aria, il tuo profumo.

Apro di scatto gli occhi che si perdono nel colore di quel bicchiere, le tue labbra.

Non ho pace. Un secondo, terzo bicchiere.

Lo sguardo verso l’infinito. Gocce di pioggia scivolano come calde lacrime sul freddo vetro del cuore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *