10th Jan2013

When I drink – Musica Nuda

by elenabardelli

Musica-Nuda-31

When I Drink – Musica Nuda

This is the bar,
I come to when I drink.
This is my glass,
covered with fingerprints.
Now I don’t get rowdy,
go causing streets fights,
but I’ve been known to sing show tunes
under the street lights.
When I drink, it’s about you, I think.
You like the moon, could drive a woman mad.
You drove me this place,
and now they’re calling me a cab.
Because all the pretty peaple are starting to blur,
I must look like the happinest girl in the world.
When I drink, it’s about you I think.
Every bar room love, ends like it begins:
Over drinks, one or two, too many rounds.
Not much at all, a few inches of liquid,
that’s all it takes for a person to drown.
Sometime last week, sobriety on loan,
I vowed I wouldn’t write you,
and I swore I’d never phone.
Now I’d like to call you and check you’re all right,
but I don’t know where you are spending your nights.
When I drink, it’s about you I think
When I drink, it’s about you, I think, it’s about you, I drink, it’s about you, I think…

24th Dec2012

I Giorni Di Festa

by elenabardelli

Quando eravamo piccini

nei giorni di festa

avevamo le asole adorne dei fiori d’arancio

che profumavano al sole ed era una gran festa

eravamo piccini piccini nei paesi italiani

e c’eri già tu con le scarpine bianche col sorriso che accendeva i tuoi occhi e bruciava il mio cuore

e c’eri già tu  che profumavi al sole con la gioia di chi guarda ogni sera il giorno che muore

favola sembra una favola non si direbbe ma è proprio così

nuvole sù nelle nuvole per  prendere il sole e portarlo qui

stringimi stringimi forte poco m’importa di quello che sei in fondo ci son tante cose che forse non vanno poi come vorrei

e i guanciali di pizzo  al passaggio del santo e la banda la giostra  i torroni e le noci tostate con gli occhi bagnati di devozione stringevamo le mani sul petto per fermare il cuore

ora siam tutti cresciuti non si direbbe ma è proprio così tutti coi nostri costumi da mettere addosso per dire di si

e chissà se poi è più giusto vivere ancora scuotendo la testa oppure inventare un sorriso e tornare bambini nei giorni di festa

quando eravamo piccini… Eravamo piccini piccini… piccio’!